Brusciammu menza muntagna

Brusciammu menza muntagna. Avete letto bene. Dal primo gennaio 2017 ad oggi in Calabria sono andati in fumo circa 32.000 ettari di terreno. Il Parco Nazionale dell’Aspromonte ne ha 64.000 o poco meno. Soli nove mesi per consumare una tragedia, un delitto nei confronti della nostra terra.

aaa

Si poteva evitare? Si poteva lavorare meglio, con più coordinazione nelle forze di intervento? Probabile, ma è davvero poco utile per il cittadino comune spremersi il cervello ad indagare il passato cercando di cambiarlo. Dal passato devono trarre insegnamenti in primis gli amministratori, sono ben pagati anche per questo.
In attesa delle piogge e nella speranza che non siano torrenziali bombe d’acqua, ora bisogna puntare a salvare il salvabile. Mi spiego meglio. Il fuoco ha lasciato dietro di sé una scia di morte per molte specie animali, mandando in fumo interi ecosistemi. Dall’altra parte, per infelice coincidenza, quest’anno la stagione di caccia durerà più del solito, cominciando prima (2 settembre) e finendo più tardi (10 febbraio).

aaaa

Ai piromani mancherà di certo il senso di pietà. Oltre a fregarsene delle pene aumentate di recente (15 anni per incendio boschivo) non mostrano alcuna pietà nei confronti di una natura arsa da sole e siccità. Ma le istituzioni regionali non possono mettersi sullo stesso piano, contribuendo al delitto contro la nostra fauna. Va bloccata la stagione di caccia. E va bloccata subito, soprattutto nelle zone limitrofe a quelle interessate dagli incendi. (Si può sottoscrivere su charge.org una petizione rivolta al presidente della regione Calabria Mario Oliverio, dal titolo ANNULLATE LA STAGIONE DI CACCIA DOPO QUESTA ESTATE DI INCENDI E SICCITA’! Ha ormai superato le 9.000 firme, unitevi!).
Per salvare il salvabile c’è anche un nuovo strumento messo a punto dalla Protezione Civile calabrese. Si chiama EasyAlert, è un’applicazione all’avanguardia che consente di segnalare frane, incendi, alluvioni in tempo reale e con tanto di riferimento GPS. Si tratta di una App gratuita, ognuno può dotarne il proprio smartphone. Dovremmo essere alla fine della stagione dei roghi, ma la stupidità non va in letargo, quindi non è mai tardi perché ognuno faccia la propria parte nell’arginare il problema. Scaricatela!

Nei giorni scorsi il presidente Mario Oliverio ha chiesto rinforzi al ministro Pinotti per l’invio di forze armate dell’esercito in Calabria. Ben vengano. Ma perché a fine agosto e non all’inizio? Vista la mancanza di altri mezzi (i Canadair che abbiamo non sono evidentemente sufficienti) la presenza fisica dell’esercito avrebbe forse limitato l’attività dei piromani. Lo si terrà in conto per l’anno venturo? E verranno incrementate le attività di Calabria Verde, azienda regionale, per la prevenzione? Si renderà più efficiente il coordinamento tra Vigili del Fuoco e Protezione Civile? Si investirà sui mezzi?
O dimenticheremo tutto, finendo per bruciare l’altra mezza montagna che ci resta?

Freedom Pentimalli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...