SOS: “Mastra” di Coletta

Sono davvero in pochi a conoscere il percorso tortuoso che l’acquedotto Coletta compie per portare l’acqua nei campi di mezzo paese. Quello che avete appena visto nel video non è che la parte iniziale dell’opera, la “presa” dell’acqua, incastonata nel vallone della fiumara di Crasta.
La “mastra di Coletta” è tra le più antiche del paese. Un tempo semplicemente scavata nella terra, venne poi incanalata in una cunetta di cemento, della quale sono ancora visibili pochissime tracce. Oggi infatti è pressoché intubata per intero. Ogni anno, all’inizio del mese di maggio, si procede alla pulitura del percorso ed alla messa in funzione in vista delle “vende”, ossia, delle vendite di acqua agli agricoltori, che vanno da fine maggio a metà settembre. Ad usufruire dell’acquedotto Coletta è più del 50% del terreno coltivato in paese: candilisi, ddu ggebbiji, pettu, gianquartisi, stazijoni-pendanu ecc.

DSC_0248 (640x361)
Terreno franato sotto un pilastro del ponte in cemento: quanto ancora reggerà?

Ne segue che si tratta di un’opera dall’importanza cruciale. Venisse a mancare, in paese non si coltiverebbe più. Al momento, nonostante quanto detto, non le si riserva la dovuta attenzione. Quindi denuncio il problema: o si investe su un serio ammodernamento dell’infrastruttura o nel giro di uno, massimo due anni, di quella mastra resterà solo il ricordo. Badate bene: a me cambia poco, ho un giardino appena e non vivo di quello. Ma per i nostri agricoltori il problema è serio.

Oltre all’ammodernamento dell’opera, sarebbe bene prevedere un fondo per i lavori di manutenzione durante l’inverno, stagione nella quale piogge e frane ne rendono ancora più contorto il percorso. Non è più possibile pensare di cavarsela con riparazioni alla buona, chiunque provi a incamminarvisi se ne renderà facilmente conto. Conoscendo le persone che la gestiscono e la rimettono ogni maggio in sesto, assicuro tutti del fatto che se oggi funziona è grazie al loro ingegno: sanno fare benissimo il proprio mestiere, anche con mezzi di fortuna. Ma è evidente come tutto ciò abbia un limite.

Non so se l’Amministrazione comunale sia nelle condizioni di finanziare da subito un progetto di ammodernamento. Ad ogni modo il problema c’è, è reale ed interessa da vicino la nostra economia. Se si può fare qualcosa, è bene pensarci da subito.

Freedom Pentimalli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...