Un Paese nelle mani della cultura e dell’istruzione

Gli avvenimenti culturali che si sono susseguiti nel nostro Paese, oltre a non passare inosservati, hanno espresso un chiaro messaggio di progresso culturale e sociale alla nostra comunità eufemiese. Tra le varie manifestazioni ritengo di notevole importanza quelle che riguardano il nostro Istituto d’istruzione superiore, il Liceo scientifico “E. Fermi”. Venerdì 18 dicembre 2015 si è tenuta l’inaugurazione della nuova sede del Liceo, situata nel rione “Paese Vecchio”. E’ stato un giorno di festa per il Nostro Paese. Un evento che ha ribadito l’importanza della cultura e in modo particolare ha affermato che solo tramite l’arte, l’istruzione e la formazione culturale si può progredire e maturare ulteriormente a livello sociale e umano.

ui
Le autorità presenti al tradizionale “taglio del nastro” per l’inaugurazione.

Tutto è stato organizzato al meglio. L’atmosfera festosa, allietata dalle deliziose melodie interpretate dagli studenti che hanno accompagnato gli interventi dei relatori e hanno anticipato il rinfresco conclusivo della manifestazione, ha ben accolto sia la nostra comunità, sia le varie autorità tra cui il Presidente della Provincia Giuseppe Raffa, il Sindaco di Sant’Eufemia d’Aspromonte Domenico Creazzo, il Sindaco di Sinopoli Luigi Chiappalone, la Preside del Liceo scientifico “E. Fermi” Graziella Ramondino, la Dirigente dell’istituto comprensivo “V. Visalli” Daniela Musarella, il preside Giuseppe Gelardi dell’istituto Severi Guerrisi di Gioia Tauro. Le chiare e puntuali esposizioni dei relatori e di professori simbolo del Nostro Istituto quali il Professore di lettere Elio D’Agostino, il Professore di Storia e Filosofia Francesco Idotta e il Professore, non altro che Vice Preside dell’Istituto, Pietro Violi, hanno espresso da un lato il valore dell’Istituto nel territorio eufemiese e, dall’altro, l’importanza della cultura per il singolo e per l’intera comunità.

oi
La preside del nostro Liceo Scientifico, Prof.ssa Graziella Ramondino.

L’Istituto “E. Fermi” è presente nel nostro territorio dagli anni ’70 ed è stato, essendolo ancora oggi, realtà attiva e punto di riferimento culturale per il Nostro Paese. Il percorso formativo garantito dal nostro liceo offre a noi studenti solide competenze ed utili strumenti, culturali e metodologici, che ci permettono di affacciarci serenamente al mondo universitario, lavorativo e sociale. L’insegnamento liceale inoltre ci forma dal punto di vista umano. Quindi noi studenti, membri di questa comunità, dobbiamo un “Grazie” a tale Istituto che ci permette di maturare, di divenire responsabili, consapevoli del proprio ego, prendendo coscienza sempre più di noi stessi e delle realtà che ci circondano. Il Liceo negli anni ha preparato adeguatamente importanti personalità nell’ambito lavorativo ma principalmente ha donato al mondo Uomini dai saldi e preziosi valori che hanno voglia di maturare sempre più, di accrescere il loro valore umano facendo così incrementare la ricchezza di questo Paese che necessita di un ulteriore progresso culturale, sociale ed umano. Progresso che si potrà realizzare solo se l’intera comunità agirà per il bene collettivo, spinta dalla voglia di aggiungere qualcosa di nuovo al mondo eufemiese, e si incanterà dinnanzi all’arte e alla cultura veicolando così sani valori alle generazioni future e a tutta l’Umanità. La storia del nostro liceo ci insegna come un mondo migliore sia possibile solo mantenendo vivo il ricordo del passato e innovandolo sotto il segno morale della cultura. Il nostro paese infatti è un insieme di tradizioni e cultura, così come il nostro Liceo.
Invito dunque l’intera cittadinanza eufemiese a valorizzare la storia del nostro liceo, a ricordare la fatica dei professori che hanno dato lustro, prestigio e fama a questa scuola, a proteggere e a credere sempre nel valore della cultura. Ciò al fine di sognare e realizzare un mondo migliore, disinnescando, come è stato fatto, eventuali ‘bombe’ di ignoranza e inciviltà. Tramutiamo così in sogni i nostri ricordi, in quanto attimi provenienti dal passato, concretizzando nuove prospettive sociali e umane sotto il segno dell’istruzione e della cultura.

li

Giovanni Luppino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...