La “Questione Petto”: un rione isolato

Il rione Petto da diversi anni a questa parte sta subendo un significativo isolamento rispetto agli altri rioni del paese. Isolamento sia riguardo alle feste ed agli eventi estivi che si tengono lungo l’estate, sia soprattutto a causa di disagi ben più significativi, che riguardano direttamente i residenti del rione stesso. Infatti, in molte vie del rione spesso e volentieri la sera non vi è illuminazione, alcune stradine sono in completo abbandono (appunto buie e vecchie) e soltanto poche altre sono state incatramate. Altre strade addirittura aspettano da mesi di essere fatte dopo che è stata tolta la vecchia catrame.

DSC09392
Piazza Vittorio Emanuele – Chiesa Patronale di S. Eufemia

La testimonianza dello stato d’incuria del Petto rispetto ad altri rioni del paese è data proprio dalla sua piazza principale. La piazza Vittorio Emanuele, che dovrebbe rappresentare uno dei biglietti da visita per chi, arrivando a Sant’Eufemia, volesse visitare la chiesa parrocchiale, non è mai stata pienamente valorizzata, nemmeno attraverso dei semplici interventi di manutenzione. Ecco perché da anni assisto e assistiamo ad una piazza priva in parte delle mattonelle, sostituite talvolta in malo modo, tant’è che ogni anno durante i festeggiamenti della nostra santa patrona molte di esse saltano o si rompono.
Spesso, nei soliti giochi dei campanilismi rionali più agguerriti, si afferma che i “pettoti” hanno la festa di Sant’Eufemia e che dunque questo non solo dovrebbe andargli bene, ma anche bastare. In realtà chi induce o chi porta avanti questi tipi di discorsi non capisce che chi abita al Petto o chi, comunque, si sente pettoto, non HA la festa di Sant’Eufemia, in quanto non solo non la possiede e non può possederla, ma soprattutto perché la festa patronale è di tutti gli eufemiesi, in primo luogo, e di chi viene dai paesi vicini più in generale.
Ed è proprio in quest’ultima ottica che si dovrebbe fare attenzione alla manutenzione e alla cura del Petto. Tra l’altro in molte altre zone del nostro paese servirebbe più cura e attenzione verso strade, piazze, impianti dell’illuminazione e così discorrendo. Quindi quest’articolo sul rione Petto non vuole alimentare discorsi di parte, ma vuole doppiamente puntare l’attenzione su tutte quelle situazioni che, come al Petto, si trovano spesso in condizioni di isolamento o incuria. Sul Petto pesa da anni un totale disinteresse a fare squadra, a mettersi insieme sfruttando le risorse migliori di cui il quartiere si compone.
L’Amministrazione comunale e i vari membri del comitato per i festeggiamenti in onore di Sant’Eufemia possono insieme ridare un po’ di vitalità ad un rione che si sveglia soltanto una volta l’anno, il 16 di settembre. Molto di più si potrebbe fare, sia a livello di serate e di eventi estivi, sia, altrettanto importante,  come valorizzazione del quartiere che ospita la chiesa parrocchiale e l’oratorio. La proposta è quella di mettersi insieme tutti, nell’esclusivo interesse della comunità, per ridare al Petto un volto nuovo, meno triste.

11857529_1185178411499613_1244975990_n

Dalla ripresa di vecchie serate, come il gioco della “ntinna” riproposto alcuni anni fa, fino alla sagra della salsiccia, passando per una completa valorizzazione e promozione della festa patronale. Essa rappresenta un’occasione di arricchimento unico per la tradizione culturale ed anche per il profitto economico del paese, poiché intrinseca di fascino e bellezza non solo per noi eufemiesi ma anche per tanta gente che viene dai paesi della provincia ad assistere all’Entrata. Confidando nell’intervento e nella cooperazione dei cittadini, in primis, e di tutte le istituzioni, religiose, politiche e associative in secondo piano, tengo ancora una volta a sottolineare che questo articolo vuole essere un monito ed un invito a muoversi non solo per la Questione Petto, ma per tutte le situazioni simili, in modo da poterle, col confronto e il dialogo, risolverle o quanto meno migliorare.

Francesco Martino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...